POR Calabria

 

Sabato 1 dicembre alle ore 10.30 nell’Aula Magna gli allievi delle classi del triennio incontreranno lo scrittore Dante Maffìa, componente della giuria del Premio Rhegium Julii 2018. Durante l’incontro, che sarà introdotto dalla Dirigente Scolastica Maria Rosaria Rao, il noto scrittore calabrese risponderà, in un’intervista, alle domande del giornalista Marco Onofrio e degli allievi del Liceo.

Dante Maffìa, che ha presentato in occasione del Bicentenario del Liceo il suo volume “Il romanzo di Tommaso Campanella”, è scrittore, poeta e critico letterario. Ha esordito nel 1974 con “ Il leone non mangia l'erba”, prefato da Aldo Palazzeschi. In seguito viene segnalato da L. Sciascia, che ritiene Maffia “uno dei più felici poeti dell’Italia moderna”. Tra i libri di narrativa “Il romanzo di Tommaso Campanella” (pref. di N. Bobbio) di cui sono uscite le edizioni in serbo-croato, rumeno, albanese, sloveno, tedesco, cinese), “Il poeta e lo spazzino” (pref. di W. Veltroni), “Milano non esiste” e “Monte Sardo”. Tra quelli di poesia in lingua “Lo specchio della mente” (pref. di N. Risi), “La Biblioteca d’Alessandria” (pref. di G. Manacorda), “Io, poema totale della dissolvenza”, con prefazione apocrifa di D. Alighieri e “Il poeta e la farfalla”, considerato unanimemente il più bel libro d’amore del Novecento. Ha curato opere di Campanella, Tasso, Goldoni, De Santis, Capuana, Deledda, Magris, Altomonte, Lagorio, Saviane, Tabucchi. Ha ricevuto numerosi premi. Nel 2004 il Presidente della Repubblica C. A. Ciampi lo ha insignito della medaglia d'oro alla cultura della Presidenza della Repubblica.

 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Privacy    URP    Note legali    Elenco Siti tematicContatti  Admin