“LA STORIA DI REGGIO ATTRAVERSO I SUOI MITI, I SUOI FIGLI, I SUOI LUOGHI”

  1. Museo Archeologico della Magna Grecia: Letture e riflessioni sulla fondazione di Reggio negli scrittori greci e nei contemporanei. Letture di brani di illustri calabresi sui miti classici e sulle tradizioni locali.
  2. Via Marina: la vita e l’opera di Ibico di Reggio attraverso la lettura dei frammenti greci, le traduzioni, i racconti.
  3. Arena dello Stretto: letture delle diverse varianti del mito della Fata Morgana.
  4. Piazza Italia: la storia, il mito, l’agiografia e la letteratura
  5. Piazza Castello: l’eredità letteraria dei Normanni: la Chanson d’Aspremont
  6. Piazza Duomo: letture dagli Atti degli Apostoli e la tradizione del cippo di San Paolo

La manifestazione si svolgerà Sabato 28 Ottobre 2017 a partire dalle ore 9.00

Le classi coinvolte saranno: II B (prof. A. ALBANESE); II D (prof.ssa A.S.MARRA); II E (prof.ssa L. LAGANÀ)

 

GRAFICA LIBRIAMOCI 

Venerdì 27 Ottobre 2017 dalle ore 15.00 alle ore 18.00 gli allievi del Liceo Classico “T. Campanella”, nell’ambito delle iniziative legate alla manifestazione nazionale “LIBRIAMOCI”, incontreranno, presso Piazza Italia, i cittadini reggini per uno scambio di libri, letture e riflessioni su opere di ieri e di oggi.

 

 

 

 

Dal 23/10/2017 fino al 28/10/2017 il Liceo parteciperà al Progetto Nazionale “Libriamoci- Giornate di lettura nelle scuola”.

Lo scopo del progetto, promosso dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (MiBACT), attraverso il Centro per il libro e la lettura (CEPELL) e dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) – Direzione generale per lo Studente, l’Integrazione e la Partecipazione-, è quello di “catturare” nuovi lettori, stimolando gli studenti a leggere ad alta voce, per aprirsi all’immaginazione e aggiungere una tappa al proprio, personale, cammino di alfabetizzazione.

Le iniziative, che si svilupperanno nell’arco di tutta la settimana, per quest’anno scolastico, sono le seguenti:

  1. IL NAUFRAGIO: classe V C (prof.ssa Spanti) 23-24 Ottobre 2017
  2. LAUDATO SII: classe V E (proff. Dieni- Laganà L.) 24 Ottobre 2017
  3. LA LETTURA, L’AMBIENTE E L’ESTINZIONE: classi V B-V D (proff. Albanese-Marino)
  4. LA PRIMA VOLTA CHE…: classi I D-I G (pof.ssa Codespoti)

I docenti coinvolti riceveranno un attestato di partecipazione al Progetto Nazionale mentre per gli allievi l’adesione sarà valutata ai fini dell’attribuzione del punteggio di credito.

 

giornata europea della giustizia civile 300x250
Iniziativa di formazione/orientamento a cura del Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti
di Reggio Calabria

Mercoledì 25 ottobre 2017, dalle ore 9:00 alle 10:30, nell’Aula Magna del Liceo, nell’ambito della Giornata Europea della Giustizia Civile, si terrà una iniziativa di formazione/orientamento a cura del Consiglio Notarile dei Distretti Riuniti di Reggio Calabria. Sarà un importante momento di informazione, riflessione e confronto, durante il quale il Notariato affronterà con gli studenti la storia che ha portato alla nascita dell’UE e, prendendo le mosse dalla Carta dei diritti fondamentali della stessa UE, i fondamentali principi di uguaglianza, non discriminazione ed inclusione sociale.
 
Venerdì 20 ottobre 2017, alle ore 10:00, nell’Aula Magna del Liceo, il prof. Tito Lucrezio Rizzo, Consigliere Titolare dell’Organo Centrale di Sicurezza, Segretario Generale della Presidenza della Repubblica, docente universitario ed eminente studioso del pensiero e dell’ordinamento giuridico, Componente del Comitato Scientifico del C. I.S., terrà una lezione sul tema: Opportunità e rischi di internet. Porgeranno i saluti all’illustre relatore il Dirigente Scolastico, Maria Rosaria Rao, e la Dr.ssa Loreley Rosita Borruto, nella qualità di Presidente del C.I.S. della Calabria.
 
Secondo la ricerca svolta dall’Osservatorio ExpoTraining “Il lavoro in Italia nel 2027”, che ha messo a confronto le opinioni di 500 tra manager grandi, medie e piccole imprese, esperti IT e di comunicazione, invitandoli a tracciare le linee di tendenza del mondo del lavoro da qui a 10 anni, tra le competenze ricercate ci saranno quelle umanistiche. Questa tipologia di studi rende, infatti, le menti molto flessibili ed adattabili a molteplici situazioni, rende capaci di ragionare e riflettere su temi afferenti a svariati ambiti ma, soprattutto, attiva le medesime aree neuronali stimolate dalle applicazioni tecnologiche e di impresa.

 “La tecnologia ed il web hanno reso la comunicazione alla portata di tutti, ciò di cui già oggi si sente la mancanza sono i contenuti, la capacità di scrivere, di raccontare, di rappresentare l’azienda. E quella di mettere in collegamento tra loro fatti, suggestioni, idee. Insomma, gli economisti, i tecnici e gli scienziati serviranno eccome, ed è cosa abbastanza facilmente prevedibile. Ma serviranno anche letterati, giornalisti, filosofi, psicologi, sociologi. – ha dichiarato Carlo Barberis, presidente di ExpoTraining – Negli ultimi anni si è notato un forte calo delle iscrizioni nelle facoltà umanistiche in favore di quelle scientifiche o economiche, un trend che esiste anche all’estero. Di conseguenza il nostro panel ritiene che tra 10 anni vi possa essere una carenza di veri talenti in questi ambiti. Occorre anche dire che ovviamente la formazione umanistica deve trasformarsi ed essere in grado di interagire con le nuove tecnologie e quindi con le nuove necessitò del mercato del lavoro.”

Il 24% degli intervistati ha indicato facoltà come lettere, filosofia, storia e le expertise di scrittori e giornalisti tra le competenze che saranno più preziose da qui ai prossimi anni. Il 35% ha indicato invece le competenze tecniche IT (raggruppando competenze nel web, nella programmazione e più in generale nelle tecnologie), il 10% ha indicato quelle più prettamente scientifiche, il 31% quelle economiche.
 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Privacy    URP    Note legali    Elenco Siti tematici   Admin