POR Calabria

 

Si comunica che anche quest’anno il nostro Liceo è sede del test di selezione per l’accesso ai corsi di studio della LUISS Guido Carli e che esso svolgerà giovedì 19 aprile 2018 alle ore 15:00.
La prova è riservata agli allievi dell’ultimo anno del corso di studi della secondaria superiore  che si siano preventivamente iscritti ad essa e a tutti coloro che siano già in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore, valido ai fini dell'immatricolazione nelle università italiane, oppure di un titolo di studio straniero conseguito in Italia o all'estero.
Prima di iscriversi al test è necessario leggere attentamente il Bando di concorso, reperibile sul sito web della stessa LUISS (è possibile arrivare alla pagina anche cliccando sul banner presente sul sito del nostro Liceo).
I candidati iscritti dovranno presentarsi per la registrazione presso la sede di questo Liceo, muniti di un documento di riconoscimento in corso di validità, a partire dalle ore 14:00. La prova, che come sopra specificato avrà inizio alle ore 15:00, avrà la durata di 90 minuti e consisterà in 70 domande a risposta multipla.
Si rammenta che l’iscrizione al test è possibile solo attraverso il sito internet dell’Ateneo fino al 16 aprile 2018 entro le ore 17:00. Durante la compilazione della domanda di partecipazione gli studenti dovranno indicare il corso di laurea per cui intendono partecipare al test di ammissione, anche se il test è unico, indipendentemente dal corso di laurea scelto dal candidato. 
      

fotoBrillante prestazione quella dei ragazzi del Liceo Classico “Campanella”, che, sabato 14 aprile presso i locali del ristorante “La Luna ribelle”, hanno partecipato alla Finale Interregionale del torneo di Dama.
Gli allievi Davide e Andrea Amaddeo della classe II D e Ilario Pileggi della II E hanno trionfato sugli agguerriti e temuti avversari, raggiungendo gloriosamente la vetta più alta del podio. La meritata vittoria porterà gli stessi allievi alla Finale Nazionale di Grosseto.

Festival dei giovaniL’originale e raffinata rilettura di un classico della letteratura italiana fatta dagli alunni del Liceo Classico “T. Campanella” ha dato il via alla III edizione del Festival dei Giovani di Gaeta.
La kermesse dedicata ai giovani tra i 16 e i 19 anni che si è svolta dal 10 al 13 aprile nella cittadina laziale ha visto oltre 16.000 ragazzi confrontarsi su temi di attualità: dalla legalità all’immigrazione, dall’uso dei social al lavoro del futuro, dall’economia digitale alla formazione, dal benessere psicofisico al  volontariato.
Tanti sono stati gli spazi dedicati all’orientamento scolastico, lavorativo e imprenditoriale con lezioni della LUISS, e attività svolte  con Invitalia,Coca COLA e Umana.
Una manifestazione di respiro nazionale, nata da un’idea della dottoressa Fulvia Guazzone di Strategica Community e realizzata in collaborazione con l’Università LUISS Guido Carli, Intesa Sanpaolo e il comune di Gaeta.
Martedì 10 aprile, dopo il taglio del nastro e i saluti delle autorità civili, militari e religiose presenti, sono stati gli studenti del Liceo Classico “T. Campanella” ad aprire ufficialmente il festival con lo spettacolo “ Se Manzoni lo sapesse…”
Il gruppo Classic Voices, composto da Sofia Meduri, Lavinia Macheda, Giovanna Guglielmo, Giada Camera, Matteo Laganà, Kelvin Eleda, Marialuna Modafferi, Ivan Fascella, Andrea Calabrese, Maria Chiara Cormaci, Silvia Tommaso, Caterina Genesia, Chiara Cuzzocrea, William Versavia, ha  proposto una  versione  attraente e simpatica  della  più classica  e istituzionale lettura scolastica, “ I promessi sposi”di Alessandro Manzoni, un mini musical che in 15 minuti, attraverso le parole di musicisti contemporanei, ha fatto rivivere  la storia di Renzo e Lucia.
Canzoni di grandi della musica leggera italiana eseguite dal vivo con accompagnamento musicale  a cura di Lorena Genovese, Isabella Santacroce e Federica Gervasio, movimenti coreografici, costumi  e collage di immagini colorate  hanno  coinvolto il numeroso pubblico presente, sempre attento ed interessato, che con tantissimi appalusi  a scena aperta e risate  ha mostrato di apprezzare  questo modo di leggere un classico che non stravolge ma avvolge.
Particolarmente apprezzati il sound curato, l’armonizzazione  delle voci, i costumi e la padronanza della scena dei giovani protagonisti che hanno suscitato  una vasta eco anche sui media locali che hanno definito “straordinaria” l’interpretazione degli studenti del Campanella.
 

QuagliataNell’ambito dell’iniziativa  “ I Classici……al Classico”, giunta alla II Edizione, grazie alla  collaborazione del Liceo Classico “ T. Campanella” con l’Associazione Sonartis  Academy,  presso l’Aula Magna del Liceo Classico martedì 17 Aprile, dalle ore 18,00, si terrà un concerto  per sassofono e pianoforte,  curato dal M.°Carmelo Quagliata e  dal M.° Roberto Oppedisano.
Il programma della serata comprenderà  un  repertorio musicale di età contemporanea. L’iniziativa è rivolta  a tutta la cittadinanza. L’ ingresso è  libero.
Di seguito il programma nei dettagli

 

 

 

 

“GLI STUDENTI FANNO VEDERE LE STELLE”
Martedì 17 aprile, alle ore 11.00, nell’Aula Magna del Liceo, il prof. Riccardo Barberi, docente di Fisica presso L’Università della Calabria, terrà una conferenza sul tema: “L’Universo in luce scomposta”.
L’evento si inserisce nell’ambito delle manifestazioni per la XIX edizione della Settimana Nazionale dell'Astronomia “Gli studenti fanno vedere le Stelle”, promossa e organizzata dal 16 al 21 Aprile 2018 dalla Società Astronomica Italiana (SAIt), in collaborazione con la Direzione Generale per gli Ordinamenti Scolastici e la Valutazione del Sistema Nazionale d’Istruzione del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) – Ufficio 1 – nell’ambito del protocollo d’intesa MIUR - SAIt.
 La Settimana Nazionale dell'Astronomia è divenuta un appuntamento atteso e importante per le scuole, invitate a diffondere tra i giovani la conoscenza del cielo e della ricerca astronomica, per motivarli e orientarli alla scoperta delle opportunità formative e professionali offerte dallo studio delle discipline scientifiche.
Il tema proposto per questa XIX edizione è “La spettroscopia: l’eredità scientifica di Padre Angelo Secchi” e con esso si vuole stimolare gli studenti a documentarsi e a riflettere sul ruolo della spettroscopia in astrofisica come tecnica per lo studio dei fenomeni fisici che governano il funzionamento delle stelle. 
 

------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Privacy    URP    Note legali    Elenco Siti tematici   Admin